UA-73697926-1
  • Contattaci: +39 06 4457287
  • info@lusstig.com

Cogito ergo sum

Search Courses

Cogito ergo sum

La formula con cui Cartesio esprime la certezza indubitabile che l’uomo ha di se stesso in quanto soggetto pensante, oggi si associa all’esigenza di visibilità che, nel mondo dei social media, col frastuono dei “tweet” e degli “hashtag”, rischia di evidenziare l’inesistente e offuscare chi esiste davvero.

Con questa citazione, il Dott. Rosario Calabrese, Economista, Docente e Presidente UNAI, apre l’editoriale della rivista bimestrale “L’Amministratore Immobiliare”, periodico indipendente degli Amministratori di Condominio, di gennaio-febbraio 2016.

Qua l’articolo completo presente sulla rivista riservata agli Associati UNAI

“Con qualsiasi Tempo, in qualsiasi Spazio,

Comunicazione è guardare

Comunicazione è sapere

Comunicazione è un grande ombrello colorato”

Con queste parole Forattini commentava una sua vignetta, del 1980 nella quale rappresentava un personaggio seduto davanti ad un televisore, sotto la pioggia, protetto da un grande ombrello.

Nel 1980 l’utente, ovvero colui che riceve il messaggio, guardava, apprendeva e probabilmente in qualche modo era protetto da un’informazione unilaterale (ed erede della “censura”) che fungeva anche da schermo/protezione dalla realtà esterna.

Tutto questo oggi è completamente superato, il confine tra mittente e destinatario del messaggio è molto più labile e spesso si ribalta, come nelle nuove forme di comunicazione “bottom up” dal basso all’alto (Youtube, i social network, Current Tv, etc).

Il rapporto di ciascuno di noi con i mezzi di comunicazione, nel loro complesso, è cambiato e da destinatario, ciascuno di noi è diventato potenziale attore.

Questo scenario influenza anche il rapporto di noi UNAI con i media e l’interrelazione con gli iscritti alle altre associazioni di amministratori.

Basti pensare alla visibilità che hanno acquisito sigle e personaggi, di fatto inesistenti (in termini di presenza sul territorio e di patrimonio culturale e professionale) a seguito di una presenze a costante e invadente sui social network e sui siti di interesse condominiale (es. condominioweb, il giornale del condominio etc.).

La Comunicazione e la Pubblica Immagine sono una delle tre priorità del nuovo piano strategico che UNAI si è date nel consiglio nazionale del 17 ottobre 2015.

Che ci piaccia o no, non possiamo più ignorare la comunicazione è un elemento imprescindibile dello ”essere” contemporaneo.

Se non comunichi non esisti!

Quindi dobbiamo attrezzarci per imparare ad usare adeguatamente gli strumenti che il web ci mette a disposizione.

Occorre puntare sulla comunicazione, rendendoci ciascuno parte diligente ed attiva. La comunicazione, nel caso UNAI, ha sicuramente due aspetti altrettanto importanti e non sempre necessariamente legati:

  • la comunicazione interna (verso i soci):
  • la comunicazione esterna (verso le comunità in cui operiamo, verso i nostri stakeholder, verso i potenziali soci).

La comunicazione esterna è essenziale.

La sfida e quella di superare la poca conoscenza ed a volte l’errata percezione della nostra associazione ed inoltre evidenziare le differenze qualificanti che ci contraddistinguono e rendono diversi (sicuramente migliori e più qualificati) nel panorama dell’offerta presente sul mercato (qualificazione dei nostri iscritti, qualità della formazione UNAI).

La testimonianza delle azioni realizzate è sicuramente la migliore arma di comunicazione.

Parlare della propria soddisfazione dopo un convegno, per i contenuti, per la qualificazione e chiarezza dei relatori, per l’organizzazione logistica e la straboccante affluenza, è un modo efficace per far comprendere agli altri amministratori quanto poco fortunati siano stati loro a capitare in un’altra organizzazione e al contempo evidenziare ai condomini (nostri potenziali clienti) l’impegno che ciascuno di noi mette nella sua formazione personale.

Un amministratore preparato, assistito da un’organizzazione qualificata e qualificante è sicuramente una garanzia per il condomino che cerca un buon amministratore.

Nel momento in cui ci rivolgiamo al “mondo esterno”, abbiamo la necessità di presentarci agli altri, di raccontare chi siamo, in cosa crediamo, cosa facciamo.

Ognuno di noi è chiamato a dare il suo contributo. Ciascuno di noi può registrarsi ad un social network e dare il suo contributo. Se ognuno di noi facesse un tweet, internet sarebbe subissato da 12.427 voci che, in coro, ripetono la parola UNAI.

Sarebbe una marea inarrestabile.

Quando mi capita di legge, su internet, interventi su questioni condominiali, noto innanzitutto l’enorme numero di sciocchezze che vengono scritte poi, con mio grande disappunto, noto che a quelle sciocchezze ne seguono altre di persone che in esse si riconoscono e gli danno seguito.

Nessuno di noi deve avere timore di inserirsi in tali gruppi di discussione. Anche il meno acculturato fra noi si colloca ad un livello di conoscenza e di preparazione che è impensabile per la stragrande maggioranza di costoro.

Intervenire, qualificandosi iscritto UNAI, scrivere la propria opinione su quanto si sta dibattendo, forse non servirà a migliorare il livello culturale di quel forum, ma avrà divulgato il nome UNAI, fra i partecipanti e fra quanti leggeranno quegli interventi anche senza dare un contributo.

Esserci innanzitutto.

Costruire credibilità per essere riconosciuti affidabili, è il passo successivo.

Ricreare in ogni piccola o grande comunità locale la stessa fiducia verso l’associazione che ha portato ciascuno di noi ad iscriversi ad UNAI è l’obiettivo finale.

Siamo la prima associazione ad aver adottato i crediti formativi (anno 1989).

Siamo la prima (e per decenni siamo stata l’unica) associazione ad aver iscritto persone esclusivamente previo esame.

Siamo l’unica che aveva interpretato correttamente, fin dall’inizio, l’art. 71-bis co. 1 lett. g) d.a.c.c. e il DM 140/14.

Siamo l’unica associazione di amministratori abilitata all’accompagnamento al lavoro, con certificazione Accredia.

Siamo l’associazione che eroga la formazione più qualificante.

Siamo la più numerosa.

Siamo la più antica fra le associazioni degli amministratori di condominio.

Facciamo in modo che tutti sappiano queste cose: diciamolo a tutti.

Ciascuno di noi, quando smanetta su internet, faccia un’incursione in almeno uno dei siti che trattano di condominio e lasci una sua traccia, con evidenziata la sua iscrizione ad UNAI.

Invadiamo, inondiamo, occupiamo internet.

UNAI chiede oggi ai singoli iscritti, oltre che alle sedi provinciali, di agire, di essere attivi, per essere protagonisti di un processo di sviluppo della visibilità che dia all’associazione una maggiore incisività sia a livello locale che internazionale.

Il Tuo futuro dipende da un twit.

La comunicazione e ancora un ombrello colorato?

Se lo è, deve avere i colori dell’UNAI.

E’ ora che ci appropriamo del ruolo di associazione guida della categoria che ci compete.

Siamo stati i primi; siamo ancora i migliori: è ora che tutti lo sappiano.

Fonte: Rivista Bimestrale L’Amministratore Immobiliare, periodico indipendente degli amministratori di condominio, gennaio/febbraio 2016. Intervento del Presidente Dott. Rosario Calabrese

Iscriviti all’Associazione

degli Amministratori Condominiali UNAI

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Richiedi informazioni

Inviaci una email con le tue richieste a: info@lusstig.com
_________________________

Oppure compila il form in fondo alla pagina,
sarai avvisato dei nostri corsi e delle iniziative
di formazione che stiamo preparando.

LUSSTIG Roma 06 4457 287

Richiedi la nostra
Newsletter

Lascia la tua email per ricevere le nostre newsletter

UA-73697926-1